Connect with us

Notizie

GPD rivela le specifiche e i prezzi del PC da gioco portatile WIN Max 2: opzioni CPU AMD Ryzen 6000 e Intel Alder Lake

GPD rivela le specifiche e i prezzi del PC da gioco portatile WIN Max 2: opzioni CPU AMD Ryzen 6000 e Intel Alder Lake

Sì, il mercato dei giochi portatili ha ancora più concorrenza con potenza e grafica di fascia alta, questa volta dall’azienda GPD. GPD ha rilasciato diversi sistemi di gioco per laptop portatili per molti anni e ha introdotto la prossima ondata di PC da gioco per laptop portatile WIN Max.

GPD aggiorna il sistema WIN Max 2 con il nuovissimo processore Ryzen 7 6800U di AMD e la grafica Radeon 680M

Il GPD WIN Max 2 si distingue dagli altri sistemi che abbiamo trattato di recente, da Steam Deck a Onexplayer, dai sistemi AYANEO e l’ultimo arrivato, l’AOKZOE A1. Molti di questi sistemi condividono un fattore di forma molto simile, che non è il caso del GPD WIN Max 2. GPD ha sempre mantenuto un design laptop nei modelli precedenti negli ultimi cinque anni. Ogni versione del sistema supporta la sensazione di un laptop con i controlli di gioco vicino al flip screen.

Con il nuovo design di GPD, hanno rilasciato su Twitter che faranno una campagna di crowdfunding Indiegogo:

Ora, con l’inclusione dell’AMD 6800U, come abbiamo visto nell’AOKZOE A1, il GPD WIN Max 2 includerà il processore e le opzioni di memoria tra 128 GB e 2 TB, 4G LTE e un SSD M.2 2230 personalizzato da 1 TB. I prezzi varieranno tra $ 899 e $ 1299, con un limite da 128 GB a 50 unità.

Alcune caratteristiche del nuovo sistema di gioco per PC palmare GPD WIN Max 2 sono:

  • Display senza cornice da 10,1 pollici, che offre protezione passiva degli occhi per la protezione dalla luce blu
  • Corpo CNC interamente in metallo realizzato in lega di alluminio-magnesio 6061
  • opzioni per processori Intel i7-1260P o AMD Ryzen 7 6800U
  • opzioni grafiche della GPU Intel Iris Xe, con 96 EU o AMD Radeon 680M con 12 CU, ed entrambe offrono gli stessi 768 shader
  • Opzioni RAM da 16 GB o 32 GB di memoria LPDDR5-5200 o LPDDR5-6400 MT/s
  • Compatibilità Bluetooth 5.2
  • grande turbofan e doppio tubo di calore
  • Modulo 4G LTE
  • quattro altoparlanti che offrono un suono surround
  • Compatibilità Wi-Fi 6.0 fino a 2402 Mbps
  • Doppio slot PCIe 4.0 M.2, con opzioni di 2280 o 2230 SSD, a seconda della versione
  • Levette analogiche Hall Sensor per limitare e prevenire la deriva, un problema comune in alcuni controller di gioco
  • Tastiera QWERTY con due livelli di controllo della luminosità
  • Supporto eGPU Thunderbolt 4
  • Batteria da 67 Wh di grandi dimensioni con ricarica rapida PD da 100 W
  • Slot per schede SD e microSD
  • HDMI 2.1
  • USB 3.2 Gen2 x 4
  • porte per cuffie e microfono da 3,5 mm
  • sensore di impronte digitali
  • Windows 11 casa

Il sistema misurerà 160 mm x 227 mm, che è più alto ma più magro delle dimensioni dello Steam Deck di 117 mm x 298 mm. La risoluzione predefinita sarà 1920 x 1200 ma può essere ridimensionata per offrire risoluzioni di 2560 x 1600. Il display mostrerà 299 PPI, 400 nit di luminosità, una gamma di colori DCI-P3 dell’80,2% e un rapporto dello schermo del 90%. Con l’inclusione della CPU AMD Ryzen 7 6800U. Gli utenti riceveranno una velocità turbo massima di 4,7 GHz.

Differenze tra Intel GPD WIN Max 2 e la variante AMD. Fonte: GPD.

Come utente con esperienza con i nuovi sistemi di computer portatili, con la mia recente recensione sul sistema Onexplayer MINI AMD 5800U, gli utenti vorranno saltare la versione da 128 GB a meno che non abbiano intenzione di giocare a giochi con spazio di memoria insufficiente che sono visti in stile retrò giochi o utilizzati in giochi legacy attraverso l’uso di ROM ed emulatori. È più accessibile pagare l’extra per il sistema da 1 TB o 2 TB se si prevede di ospitare giochi AAA sul sistema.

L’azienda ha cambiato significativamente il suo design negli ultimi cinque o sei anni. I sistemi palmari attualmente sul mercato sono più compatibili con i palmari. Al contrario, i sistemi GPD e il loro fattore di forma ibrido gioco/utente/lavoro, che assomigliano più a un laptop e meno a un sistema di gioco, fanno meravigliare se il sistema sarà un valido concorrente nell’attuale mercato dei palmari.

Se sei interessato a tuffarti nell’universo di console e workstation di gioco di GPD, puoi supportare la nuovissima campagna di crowdfunding qui e controlla il resto della linea GPD sul loro Sito ufficiale.

Fonti di notizie: Indacogo, GPD