Connect with us

Gioco

I federali accusano un uomo di aver speso $ 57.000 in carte Pokemon con soldi di soccorso Covid

blank

Published

blank

Il governo federale ha accusato un uomo della Georgia di aver speso circa 57.000 dollari in carte Pokemon. E mentre questo non è qualcosa che di per sé è un crimine, il motivo per cui i federali si stanno intromettendo è perché i soldi che l’uomo ha usato per acquistare dette carte Pokemon gli sono stati dati come prestito sotto forma di Covid-19 sollievo che avrebbe dovuto essere utilizzato per i suoi affari.

L’uomo in questione che è indagato per questa situazione è quello di Vinath Oudomsine. Quando la pandemia di Covid-19 ha colpito gli Stati Uniti, il governo federale ha permesso ad alcuni imprenditori di richiedere aiuti per le loro aziende al fine di salvare le loro attività. Oudomsine era una di queste persone che ha chiesto fondi di soccorso e il governo ha finito per dargli 85.000 dollari per aiutarlo a salvare posti di lavoro nella sua azienda. Invece, si dice che Oudomsine abbia speso ben più della metà di questo sul popolare oggetto da collezione Pokemon.

In nuovi documenti depositati questa settimana, il governo ha scoperto che Oudomsine aveva richiesto un prestito per un disastro economico per lesioni nel luglio 2020. Si diceva che la sua azienda fosse composta da 10 persone diverse in totale con un fatturato annuo lordo di $ 235.000. Tuttavia, si diceva che questi dettagli della società fossero stati falsificati, il che significa che Oudomsine stava apparentemente cercando di mettere rapidamente soldi nelle sue tasche. Quando il governo ha inviato i suoi soldi, si dice che Oudomsine si sia girato e abbia speso $ 57.789 su una singola carta Pokemon. L’identità di questa carta, purtroppo, è sconosciuta.

A questo punto, non si sa esattamente cosa potrebbe accadere a Oudomsine di conseguenza. Funzionari federali dicono che potrebbe affrontare 20 anni di carcere per andare insieme a $ 250.000 di multa. In questo momento è stato anche accusato solo di frode telematica. Anche Oudomsine non ha risposto pubblicamente a questa questione e nemmeno i suoi avvocati hanno rilasciato una dichiarazione a suo nome.

Cosa ne pensi di questa storia selvaggia che coinvolge le carte Pokemon? Fammi sapere la tua reazione nei commenti o su Twitter su @MooreMan12.

[H/T 13WMAZ]