Connect with us

Notizie

AMD e Microsoft rilasciano patch ufficiali per errori di Windows 11 per risolvere i problemi di CPU Ryzen L3 e CCPC2

blank

Published

blank

AMD e Microsoft hanno ufficialmente rilasciato patch tramite l’aggiornamento di Windows 11 e il rilascio dei driver per risolvere i problemi che interessano le CPU Ryzen.

Problemi di AMD Ryzen L3 Cache e CPPC2 risolti tramite le ultime patch e driver di Microsoft Windows 11

AMD stava riscontrando scarse prestazioni per l’intera linea di processori compatibili con Windows 11 a causa di un problema di configurazione con la loro tecnologia e il più recente sistema operativo di Microsoft. AMD ha ora rilasciato un driver per chipset che ripara il driver UEFI CPPC2 (Collaborative Power and Performance Control 2) responsabile dell’invio di thread di dati a core specifici che interrompevano le prestazioni. Windows 11 si aggiornerà in genere alla nuova patch, così come a qualsiasi altra correzione di bug o aggiornamento del BIOS, automaticamente. In effetti, per facilitare l’accesso, puoi scaricare il driver più recente da AMD qui.

Secondo quanto riferito, Xbox supporterà l’ambizioso progetto MMO cloud-native di Mainframe Industries

Microsoft rilascerà la correzione come parte dell’aggiornamento di Windows che appare oggi (patch 2000.282, KB0006746). Microsoft stava riscontrando un problema con la latenza della cache L3, oltre a diversi problemi di larghezza di banda.

Di seguito abbiamo fornito i punti salienti del registro delle modifiche per entrambe le società:

Chipset AMD versione 3.10.08.506 Changelog:

  • Driver per chipset AMD
    • Ryzen Power Plans (richiesto per il supporto UEFI CPPC2 con “Zen+” e “Zen 2” in Windows 11)
    • Pacchetto AMD Ryzen™ Power Provisioning (richiesto per il supporto UEFI CPPC2 con “Zen 3” e versioni successive in Windows 11)

Microsoft Windows 11 22000.282 patch (KB0006746) Registro delle modifiche:

  • Risolve un problema di memorizzazione nella cache L3 che potrebbe influire sulle prestazioni in alcune applicazioni su dispositivi con processori AMD Ryzen dopo l’aggiornamento a Windows 11 (versione originale).

AMD afferma che il problema con la latenza della cache L3 ha ridotto le prestazioni durante i giochi fino al 15% e le applicazioni su PC fino al 5% in termini di prestazioni. Tutte le CPU Ryzen supportate da Microsoft Windows 11 sono state interessate, coprendo “tutte le CPU Zen+, Zen 2 e Zen 3 che comprendono i processori Ryzen 2000, Ryzen 3000, Ryzen 4000 e Ryzen 5000”, nonché “selezionare processori AMD EPYC per i data center e anche alcuni chip Athlon più recenti sono interessati”.

Con Intel all’orizzonte del rilascio della CPU Alder Lake, i loro processori di nuova generazione, AMD e persino NVIDIA sono in seria concorrenza nei prossimi anni da Intel e dai loro nuovi piani di nuova generazione con l’approfondimento del territorio della GPU che era dominato da Squadra Rossa e Squadra Verde.